Itinerari della costiera amalfitana: Positano

PositanoPerla della Costiera Amalfitana Positano si presenta come un presepe naturale, un luogo magico da scoprire, vivere e assaporare.

Il segreto fascino di Positano è costituito dalle sue caratteristiche e variopinte costruzioni a volta che sembrano inseguirsi in un dedalo intrecciato di vicoli e stradette che conducono a ville e lussuosi alberghi, scalinatelle che dall'alto del paese giungono in basso, alla spiaggia. Seguendo l'andamento di questa via, verso il mare, ti vengono incontro, lungo tutto il percorso, una serie infinita di botteghe che, con abiti, costumi, enormi foulards, riempiono di colore i muri delle case.

L'età medioevale vide la costruzione di numerose torri per l'avvistamento dei Saraceni, autori di numerose incursioni e razzie ai danni della popolazione locale. La prima torre si trova al di fuori del comune Positanese, in località Punta Campanella, dove termina la Costiera Amalfitana ed inizia quella Sorrentina. Da lì, avvistati gli arabi, si lanciava il primo segnale, un colpo di cannone, e da questo poi il tam tam si spostava alla seconda, alla terza e poi così via, percorrendo Positano e tutta la Costiera Amalfitana. In questo modo i Positanesi potevano rifugiarsi sulle ripide alture (così sono state create le frazioni di Montepertuso e Nocelle). Infatti i Saraceni, abili navigatori e combattenti, erano sfavoriti nell'addentrarsi sulle alture, ed erano facilmente preda dei contrattacchi da parte della popolazione locale.

LE SPIAGGIE principali sono la Spiaggia Grande e quella di Fornillo, entrambe raggiungibili a piedi; da esse guardando verso il mare la Costiera Amalfitana presenta uno dei suoi gioielli: l’arcipelago de Li Galli, o “Sirenuse”, tre isolotti ritenuti nell’antichità dimora delle sirene che ammaliarono Ulisse. Luoghi dove la bellezza si unisce alla mitologia.

ESCURSIONI E SENTIERI: Ma a Positano anche sentieri e escursioni meravigliose attendono il turista appassionato di trekking, con le suggestive passeggiate fino a Montepertuso, o fino alla frazione di Nocelle, o percorrendo quello che non a caso è stato definito il “Sentiero degli Dei”, dal quale si gode di una vista mozzafiato sulla Costiera Amalfitana.

DA VISITARE:
Domina la Piazza dedicata a Flavio Gioia, che la tradizione vuole inventore della bussola e nativo di questa terra, la Chiesa di S. Maria Assunta. Sorse sui ruderi di una villa romana del I secolo d. C., distrutta nel 79 d. C., in seguito all'eruzione del Vesuvio che sepolse di lava e lapilli Pompei ed Ercolano. L'attuale Parrocchiale, che custodisce la tavola bizantina della Madonna con Bambino venerata dai positanesi, risale al '700, mentre, in epoca anteriore al X sec., in quello stesso luogo sorgeva l'Abbazia di S. Maria e S. Vito, monastero tra i più antichi della costiera amalfitana.

I vicoli del Comune costiero con le loro numerose e coloratissime boutique espongono capi di abbigliamento ormai noti in tutto il mondo, caratterizzati da tessuti e colori che sembrano ispirati dall’ambiente circostante: il verde della macchia mediterranea, l’azzurro del mare limpido, il giallo dei limoni amalfitani.

Uno stile, quello della moda Positano che si contraddistingue anche per i tessuti naturali utilizzati, quali lino e cotone.

Sulle piccole stradine del centro di Positano si possono ammirare anche le piccole botteghe artigiane delle calzature in cuoio, realizzate a mano, anche al momento.

Nel zigzag tra un negozio e l'altro, una sosta merita Palazzo Murat: edificio settecentesco, con un giardino in cui convivono fiori e piante di ogni specie, è sede di una stagione estiva di concerti.

GASTRONOMIA:
Positano è anche da gustare, nei numerosi ristoranti, abbandonandosi alle prelibatezze tipiche della gastronomia costiera: limoncello, sfusati, delizie al limone, la torta positanese… ma anche gustose specialita' legate alla tradizione piu' tipicamente marinara o alla cucina contadina.

Pasta con le zucchine, i "friarelli" (broccoli di rapa), le parmigiane di melanzane, i peperoni imbottiti, della freschezza dei latticini adagiati sulle foglie di limone, dei totani catturati alla luce delle lampare insieme con i crostacei, i frutti di mare e i pesci che animano quotidianamente le reti dei pescatori.

EVENTI:
Tra agosto e settembre si svolge il “Positano Mith Festival”: i miti di ieri e di oggi rivisitati in un luogo mitico attraverso musica, danza, immagini e riflessione. Web site: http://www.positanomythfestival.com

Tra settembre ed ottobre: festa-sagra del pesce sulla spiaggia di Fornillo

La vita notturna della costiera amalfitana sicuramente trova in Positano uno dei punti di maggiori interesse grazie alle serate di discoteca ed altri eventi organizzati sulla spiaggia Grande al “Music on the rocks”

Info Utili
Comune positano: http://www.comune.positano.sa.it
Azienda soggiorno turismo positano: http://www.aziendaturismopositano.it/